Pubblicazioni

CATALOGO
Giuseppe Mozzanica 1892-1983 La scultura



A cura di: Fondazione Giuseppe Mozzanica
Testi: Luciano Caramel, Anna Chiara Cimoli, Lucia Gasparini, Serena Paola Marabel
Fotografie: Alberto Lagomaggiore
Pubblicato da: Silvana Editoriale
Anno di pubblicazione: 2007

Il catalogo, prima pubblicazione della Fondazione Giuseppe Mozzanica, ricostruisce il profilo biografico e artistico di Mozzanica con particolare attenzione alla formazione, ai rapporti con il clima culturale degli anni Venti e Trenta, al dibattito sulla figurazione e sull'astrazione, al rapporto con le altre arti e agli aspetti tecnici. Parallelamente alla redazione dei testi e dei contenuti è stata condotta una documentazione fotografica esaustiva che racconta l'opera dello scultore attraverso suggestive immagini in bianco e nero.

QUADERNO 1
Il cimitero monumentale di Lecco



A cura di: Fondazione Giuseppe Mozzanica
Testi: Lucia Gasparini - ABCittà
Fotografie: Valentina Sala Peup
Pubblicato da: Silvana Editoriale
Anno di pubblicazione: 2012

Il primo Quaderno della Fondazione Giuseppe Mozzanica è dedicato all’attività dello scultore nel Cimitero di Lecco. Inserito nella Route of European Cemeteries promossa dal Consiglio Europeo, il sito si presenta ricchissimo di storia e di testimonianze artistiche: Mozzanica vi ha contribuito con il suo linguaggio immediato e diretto, intessuto di amore per la fisicità e la perfezione del corpo umano, ma anche di un forte slancio spirituale. Con la pubblicazione dei Quaderni, la Fondazione Giuseppe Mozzanica si propone di far conoscere la sfaccettata attività di un artista che ha attraversato con coerenza il XX secolo, cercando sempre, con pazienza e determinazione, l’armonia delle forme. Qui poi aggiungiamo il testo in inglese che vi mando dopo…

QUADERNO 2
La Pittura



A cura di: Fondazione Giuseppe Mozzanica
Testi: Lucia Gasparini - ABCittà
Progetto grafico: Marta Vireca - ABCittà
Fotografie: Valentina Sala Peup
Pubblicato da: Silvana Editoriale
Anno di pubblicazione: 2012

Il secondo Quaderno della Fondazione Giuseppe Mozzanica approfondisce l'attività pittorica dell'artista, dopo i contributi relativi alla scultura e ai monumenti funebri del Cimitero Monumentale di Lecco. I centocinquanta dipinti, realizzati tra i primi anni Cinquanta e la fine dei Settanta, documentano come il pittore abbia rivolto il proprio sguardo attento ai volti delle persone care, fissandoli in intensi ritratti di forte introspezione psicologica, ai paesaggi lecchesi e liguri, che attraversava in sella alla sua moto, a cui si dedicava durante i periodi invernali. L'opera di Mozzanica esprime una forte tensione alla ricerca, nonostante lo scorrere degli anni, manifestando al contempo serenità e calma, frutto di una piena accettazione della propria esistenza vissuta nella continua ricerca del vero.